Pranzo semplice del canto terreno

072 – 5 gennaio 2017

Pranzo semplice del canto terreno

Decantazione del caos interiore in bruschette di pane di casa e salsa d’avocado con sussurri piccanti.

Sapore cruento di vita abbandonata in bistecca alla brace affogata nel vino ed esaltazione di spezie.

Sapienza di vita contadina in insalata aromatica di arance, finocchi e cipollina fresca.

Il vino rosso di un’Etna innevata accompagna caloroso il dialogo interiore di un’acqua di fonte dimessa mentre il pane di casa osserva con occhi invernali i timidi raggi del sole gentile, le note consumate e terrene dei CSN&Y si dilungano in sogni e viaggi interminati.

Solitudo acquietata, carezze di candela e libri da inniziare q.b.

Pranzo breve della speranza esile

036 – 25 ago 15

Pranzo breve della speranza esile.
Ormeggio d’intenti in omelette alla rucola con complicità di formaggio;
linea di speranza in cottura agrodolce di crauti;
richiami d’identità in trionfo tricolore di pomodori, cetriolo e fiordilatte di mungitura ragusana.
Il pane di forno d’oltre Etna si dilunga scherzoso con l’acqua di fonte dei pressi fresca e amabile mentre un bianco chardonnay organizza i pensieri. La musica di terre lontane dei CSN&Y ci avvicina alla terra. Solitudo e speranze a venire q.b.